Nuovi collaboratori regionali e nuovi compiti per la Pgi

logoIl 2016, a soli due anni dai festeggiamenti del centenario del Sodalizio, è un anno di svolta nell’ambito del personale della Pgi, con alcuni importanti cambiamenti, anzitutto presso i Cr Moesano e Valposchiavo, ma non solo.

 

 

I Centri regionali Moesano e Valposchiavo, infatti, vedono partire verso nuove sfide due apprezzate figure professionali come Mariadele Zanetti, attiva nel Moesano dall’autunno 2010, e Arianna Nussio, che aveva invece iniziato la sua attività in Valposchiavo nell’autunno dell’anno precedente. Il Consiglio direttivo della Pro Grigioni Italiano come pure i Comitati delle due Sezioni esprimono un vivo ringraziamento ad Adele e ad Arianna per l’ottimo lavoro svolto, per il grande impegno e per la lealtà mostrata nei confronti degli ideali del Sodalizio, augurando loro fortuna nella vita come nel lavoro.

Nel Moesano, dopo una breve interruzione, l’attività della Pgi riprenderà a pieno ritmo con la fine di agosto sotto la cura di Aixa Andreetta. Classe 1982, di San Vittore, Aixa Andretta possiede un ricco curriculum professionale e di studi nell’ambito dell’archeologia e della paleoantropologia; è stata assistente universitaria a Berna e Basilea, collaboratrice di istituzioni culturali ticinesi e di scavi archeologici in Svizzera e in diverse parti del mondo; fa parte della Commissione cantonale grigione per la promozione della cultura e presto concluderà il suo dottorato con una ricerca finanziata dal FNS.

In Valposchiavo, invece, da settembre/ottobre l’attività della Pgi verrà continuata grazie al lavoro di Giovanni Ruatti. Classe 1981, di Cles (Val di Non), ma da diversi anni domiciliato a Poschiavo, Ruatti ha conseguito con lode la laurea specialistica in filologia e critica letteraria presso l’Università di Trento; ha collaborato con il giornale online «Il Bernina», quindi con «Il Grigione Italiano» e contribuito già in passato a diverse attività della Pgi in Valposchiavo in sostituzione di Arianna Nussio e come relatore del Caffè letterario.

Queste non sono peraltro le uniche novità: dopo dieci anni passati sotto la direzione del Prof. dr. Jean-Jacques Marchand, dal prossimo anno la redazione dei «Quaderni grigionitaliani» sarà assunta dai nuovi collaboratori regionali, dal collaboratore del Cr Bregaglia Maurizio Zucchi e dal Dr. Paolo Fontana in veste di coordinatore. Fontana, che rimane presso la Sede centrale come collaboratore scientifico affiancando il segretario generale Giuseppe Falbo, lascerà invece il ruolo di collaboratore del Cr Coira, che sarà presto messo a concorso insieme a una nuova posizione a tempo parziale a favore dell’attività della Pgi in Engadina.

A fine luglio Samuele Menghini terminerà il suo periodo di praticantato presso la Sede centrale di Coira; infine, dall’inizio dell’anno – dopo la triste perdita di Alfredo Biondini – la gestione finanziaria e contabile della Pgi è stata affidata a Milena Nichil, di Coira, classe 1979.

Con questo forte gruppo di persone il Consiglio direttivo è certo che il Sodalizio potrà affrontare con il necessario vigore e affiatamento i diversi compiti e le sfide che la difesa e la promozione dell’italiano comportano nel Cantone dei Grigioni.

Per informazioni: Giuseppe Falbo, info@pgi.ch / 081 252 86 16.

 

 

Calendario eventi


Diamo voce ai volontari

R.PedrussioCitazione
Renzo Pedrussio

La Pgi è…

l'unica associazione che difende gli interessi grigionitaliani a livello istituzionale.