Tribunali cantonali: tutte le minoranze sono finalmente rappresentate
La Pgi si rallegra per un altro obiettivo raggiunto

Giustizia-tribunale-cantonaleCon la nomina di Davide Pedrotti e la riconferma di tutti gli altri giudici appartenenti alle minoranze linguistiche un altro obiettivo per la piena parità dei cittadini grigioni è stato raggiunto.

 

 

Nella mattina del 1° settembre il Gran Consiglio retico è stato chiamato a nominare i giudici cantonali per il periodo 2017-2012. Oltre che per la riconferma dei giudici di lingua italiana e di lingua romancia già in carica, la Pro Grigioni Italiano si rallegra in modo particolare per la nomina del mesolcinese Davide Pedrotti quale giudice del Tribunale cantonale.

Benché la legge prescriva di «tenere debitamente conto delle tre lingue ufficiali del Cantone» nella nomina dei giudici cantonali, mancava infatti ancora presso il Tribunale cantonale un giudice di lingua italiana la cui presenza potesse garantire ai cittadini grigioni di lingua italiana e ai loro patrocinatori di poter difendere i propri diritti e i propri interessi «ad armi pari» sia rispetto ai cittadini delle altre comunità linguistiche cantonali sia rispetto al collegio giudicante medesimo.

Con la nomina di Davide Pedrotti e la riconferma di tutti gli altri giudici appartenenti alle minoranze linguistiche un altro obiettivo per la piena parità dei cittadini grigioni è stato raggiunto.

Per informazioni: giuseppe.falbo@pgi.ch / 081 252 86 16.

 

 

 

 

Calendario eventi


Diamo voce ai volontari

G.SalaCitazione
Giancarlo Sala

Per me la Pgi è importante perché…

difende, sostiene e diffonde la cultura grigionitaliana e italiana in Svizzera.