La fine dell'oro bianco delle Alpi
Coira, sede RTR (Masanserstrasse 2), giovedì 18 gennaio 2018, ore 18.30

desalpe ultima copiaLa Pgi Coira in collaborazione con RSI Rete Due propone la visione/ascolto di Désalpe - Lo scarico di Antoine Jaccoud, nella traduzione di Daniel Paul Bilenko. La serata multimediale è onorata dalla presenza dell’autore.

 

Il termine désalpe, tradotto in italiano con «scarico», designa quel momento in cui dall’alpeggio si scende a valle con il bestiame, la fase finale della transumanza, che in alcune regioni alpine ancora conserva una connotazione cerimoniale.

S’intitola così l’opera scritta da Antoine Jaccoud, fra gli scrittori svizzeri più interessanti di oggi, tradotta in italiano dal giornalista Daniel Paul Bilenko.

Désalpe – Lo scarico è la storia delle montagne e della gente che le abita.

Dopo gli anni dell’abbondanza, quello che un tempo era chiamato l’oro bianco – la neve – puntualmente non si presenta. La gente si trova improvvisamente senza un futuro a causa delle scarse precipitazioni. «Avevano creduto nello sviluppo turistico e poi si sono trovati a dover scendere a valle e lasciare quanto costruito», afferma Jaccoud.
L’opera denuncia dunque, non senza un certo umorismo, la realtà delle comunità montane in difficoltà economica ma anche in crisi identitaria: una tematica che tocca da vicino anche i Grigioni.

Sarà una vera e propria esperienza multimediale: la pièce è infatti realizzata con suoni “tridimensionali” che il pubblico potrà sentire tramite cuffie stereofoniche e sarà accompagnata dalla proiezione d’immagini d’archivio provenienti dalle Teche RSI Radiotelevisione svizzera.

Intervengono Antoine Jaccoud e Daniel Paul Bilenko.
Ingresso libero.

Désalpe – Lo scarico (28 min.)
di Antoine Jaccoud
Traduzione di Daniel Paul Bilenko
Regia di Claudio Laiso.
Con Matteo Carassini, Margherita Coldesina, Diego Gaffuri, Jasmine Mattei, Emanuele Santoro, Tatiana Winteler.

Antoine Jaccoud (Losanna, 1957) è giornalista, scrittore, drammaturgo e sceneggiatore. Ha iniziato la sua formazione come scrittore drammatico al seguito di Krzysztof Kieslovski e sviluppato le sue capacità in diversi ambiti, ottenendo numerosissimi riconoscimenti internazionali, fra cui un Orso d’argento a Berlino nel 2012, il Quartz del cinema svizzero per L’Enfant d’en haut di Ursula Meier, nonché il Premio d’onore alle Giornate cinematografiche di Soletta nel 2016.

Locandina

Informazioni: coira@pgi.ch

 

Calendario eventi

grigionitaliano.ch